Tariffario Regionale

Tariffario Regionale

È disponibile il Tariffario regionale:

{phocadownload view=file|id=91|text=Tariffario Regionale|target=s}

Nel caso in cui si è proceduto al pagamento di una tariffa non dovuta, ovvero di importo superiore a quella dovuta, è possibile ottenere il rimborso.
E’ sufficiente presentare la domanda allo sportello del dipartimento di prevenzione allegando gli originali dei versamenti effettuati.
L’ufficio procederà ad una verifica immediata ed autorizzzerà il rimborso della somma tramite l’istituto tesoriere ( qualsiasi filiale della BiverBanca).

{phocadownload view=file|id=92|text=Domanda rimborso Ticket|target=s}

 

 Bollettino Ufficiale n. 28 del 15 / 07 / 2004

Deliberazione della Giunta Regionale 5 luglio 2004, n. 42-12939

Approvazione Tariffario per le prestazioni rese nell’interesse dei privati dai Servizi del Dipartimento di Prevenzione delle ASL

A relazione dell’Assessore Galante:

Vista la Legge 23 dicembre 1978, n. 833 che prevede, per le prestazioni indicate all’art. 7, la determinazione di tariffe per le prestazioni sanitarie rese dai Servizi di prevenzione nell’interesse dei privati;

vista la Legge regionale 26 ottobre 1982, n. 30 e, in particolare, l’art. 2 lettera f, che mantiene in capo alla Regione la competenza ad adottare i tariffari per i servizi resi al privato nell’ambito delle competenze igienistiche, veterinarie e medico legali;

vista la DGR 208 – 24322 del 14 aprile 1993 con la quale sono state rideterminate le tariffe stabilite dalla DGR 134 -3630 del 25 febbraio 1986,
spettanti alle U.S.L. per i servizi resi ad Enti o privati nell’ambito delle competenze veterinarie;

viste le precedenti DGR 35-4369 del 4 dicembre 1995 e n. 68-15470 del 23 dicembre 1996 con le quali la Giunta Regionale ha determinato le tariffe per i servizi resi dalle Aziende Sanitarie Locali nell’interesse dei privati, nell’ambito delle competenze igienistiche e medico legali;

vista la Legge 31 ottobre 2003, n. 306 che prevede, all’art. 4, che gli oneri per prestazioni e controlli da eseguire da parte degli uffici pubblici nell’attuazione delle normative comunitarie siano posti a carico dei soggetti interessati secondo tariffe predeterminate e pubbliche che tengano conto del costo effettivo del servizio;

considerato che con deliberazione della Giunta Regionale n. 36 – 26535 del 25/1/1999 erano state rideterminate le tariffe per i servizi resi dalle ASL nell’interesse dei privati nell’ambito delle competenze veterinarie, igienistiche e medico legali ma che, per esigenze di approfondimento riguardanti i settori della medicina legale e della polizia mortuaria, era stata disposta, con DGR n. 1-26597 del 5 febbraio 1999 la sospensione dell’applicazione del tariffario approvato ed il rinvio delle determinazioni della Giunta a successivi provvedimenti;

visto che con DGR n. 43-5180 del 28 gennaio 2002 la Giunta Regionale ha approvato l’adeguamento delle tariffe per le prestazioni della medicina legale e della medicina dello sport provvedendo altresì alla conversione in euro delle tariffe stesse;

rilevata l’opportunità di aggiornare anche le tariffe attualmente in vigore dei Servizi dei Dipartimenti di Prevenzione delle ASL, su base ISTAT 1993-2003 per le attività dei Servizi veterinari e su base ISTAT 1995-2003 per le attività dei Servizi medici del Dipartimento di Prevenzione delle ASL e di provvedere alla relativa conversione in euro;

ritenuto opportuno, per economia di provvedimenti amministrativi, procedere all’adozione di un unico tariffario regionale per tutti i Servizi del Dipartimento di prevenzione delle ASL al fine di fornire ai soggetti interessati indirizzi e riferimenti operativi uniformi ed omogenei per l’intero territorio regionale;

ritenuto altresì necessario procedere ad una revisione delle prestazioni per rendere più agevole e più corrispondente al servizio ricevuto l’applicazione delle specifiche tariffe che, nei casi riferiti ad attività svolte in modo non esclusivo dai Servizi del Dipartimento di prevenzione delle ASL, sono state stabilite in modo tale da escludere la possibilità di concorrenza sleale nei confronti della libera professione e possibili interferenze nell’organizzazione delle attività di esclusiva competenza dei Servizi pubblici;

visto il parere favorevole espresso dal CORESA – Seduta Sezioni riunite II e IV, in data 21 aprile 2004;

la Giunta Regionale, a voti unanimi espressi nei modi di legge,

delibera

di approvare per le motivazioni in premessa illustrate, il tariffario per le prestazioni rese nell’interesse dei privati nell’ambito delle competenze dei Servizi medici e veterinari dei Dipartimenti di prevenzione delle ASL, articolato per le diverse tipologie di intervento come da allegato A che costituisce parte integrante del presente provvedimento;

– di revocare i precedenti tariffari adottati con DGR 208 – 24322 del 14 aprile 1993, per la parte veterinaria, e con DGR 35-4369 del 4 dicembre 1995 e DGR n. 68-15470 del 23 dicembre 1996 per le competenze igienistiche;

– di richiedere la pubblicazione della presente deliberazione e del relativo allegato sul B.U.R. della Regione Piemonte ai sensi dell’art 65 dello Statuto regionale;

– di stabilire che il tariffario adottato con la presente deliberazione entri in vigore 15 giorni dopo la sua pubblicazione sul B.U.R. della Regione Piemonte.

La presente deliberazione sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte ai sensi dell’art. 65 dello Statuto e dell’art. 14 del D.P.G.R. n. 8/R/2002.

(omissis)

***************************************************

Bollettino Ufficiale n. 24 del 16 / 06 / 2005

Deliberazione della Giunta Regionale 23 maggio 2005, n. 51-123

Integrazione del Tariffario per le prestazioni rese nell’interesse dei privati dai Servizi del Dipartimento di Prevenzione delle ASL approvato con D.G.R. 42-12939 del 05/07/2004

(omissis)

LA GIUNTA REGIONALE

a voti unanimi…

delibera

di integrare il tariffario regionale approvato con DGR 42-12939 del 05/07/2004 con la seguente voce da inserire al punto 17 della sezione riservata all’Area di Sanità Animale .

Prelievo dell’obex per la ricerca di prioni in stabilimenti di categoria 1 autorizzati ai sensi del Regolamento CE 1774/02: 10 Euro per capo ;

* di limitare gli interventi di prelievo in allevamento ai casi di effettiva necessità o nei casi in cui il veterinario ufficiale ritenga opportuno procedere direttamente al campionamento nel rispetto delle procedure definite dal Centro Nazionale di referenza per le Encefalopatie degli animali domestici;

* di autorizzare l’ASL ad avvalersi di liberi professionisti convenzionati per l’esecuzione dei prelievi, presso stabilimenti di categoria 1 riconosciuti ai sensi del Regolamento CE 1774/2002, per importi non superiori alle somme incassate ai sensi del tariffario regionale per le stesse prestazioni.

La presente deliberazione sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte ai sensi dell’art. 61 dello Statuto e dell’art. 14 del D.P.G.R. n. 8/R/2002.

(omissis)

***************************************************

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
  • Condividi

Commenti

Azienda sanitaria locale Biella. P.IVA 01810260024 - ©2017 All Rights Reserved

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi