5milioni 300mila euro in APPARECCHIATURE INNOVATIVE da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella

Mercoledì 29 ottobre, la presentazione al Nuovo Ospedale

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 29 ottobre 2014, presso la Sala Convegni al Piano terra del Nuovo Ospedale dell’ASL BI si è tenuta la presentazione di due acceleratori lineari e due risonanze magnetiche, donati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella con un investimento di 5milioni 300mila euro e destinati rispettivamente ai reparti di Radioterapia e Radiologia del Nuovo Ospedale, che verrà così elevato al pari di centri di riferimento nazionali per la diagnosi ed il trattamento di alcune patologie.

Ha svolto il ruolo di moderatore il Vice Segretario Generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, dottor Andrea Quaregna.

Hanno preso la parola, tra la proiezione di un video e l’altro ambientati anche nei bunker del Nuovo Ospedale, resi più umanizzati dalla presenza, su pareti e soffitto, di pannelli che riproducono foto a firma di Gianfranco Bini e Giuseppe Simonetti:

  • Il Direttore Generale dell’ASL BI, dottor Gianfranco Zulian con i ringraziamenti e l’aggiornamento sulle ultime settimane preparatorie all’attivazione del Nuovo Ospedale.
  • Il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, avvocato Luigi Squillario che ha sottolineato che “il Nuovo Ospedale dev’essere un ospedale a servizio di tutto il Piemonte” promettendo che “si potrà sempre contare sull’apporto della Fondazione”.
  • Il Segretario Generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, dottor Mario Ciabattini che ha fatto l’introduzione alle nuove acquisizioni: attrezzature mediche donate dalla Fondazione CRB.
  • Il Direttore della Direzione Medica Ospedale ASL BI, dottor Angelo Penna che ha definito “le nuove tecnologie: uno dei punti di forza del Nuovo Ospedale”.
  • Il Direttore della Struttura Complessa (S.O.C.) Radioterapia ASL BI, dottor Gregorio Moro che haintrodotto alla presentazione dei nuovi acceleratori lineari.
  • L’Ordinario di Diagnostica per Immagini e Radioterapia dell’Università degli Studi di Torino nonché Direttore della Struttura Complessa Radioterapia della Città della Salute e della Scienza di Torino, professor Umberto Ricardi che ha commentato alcune diapositive affermando che “l’offerta radioterapica biellese si è arricchita dal punto di vista quantitativo e qualitativo” e ricordando che “la vita media di un acceleratore lineare è di 8 – 10 anni”.
  • Il Direttore della Struttura Complessa (S.O.C.) Radiologia Diagnostica ASL BI, dottor Stefano Debernardi che haintrodotto alla presentazione delle nuove RMN (risonanze magnetiche nucleari) .
  • Il Direttore della Scuola di Specializzazione in Radiodiagnostica dell’Università degli Studi di Torino nonché del Dipartimento di Diagnostica per Immagini e Radioterapia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino, professor Giovanni Gandini che ha illustrato una serie di diapositive spaziando dalla storia dell’Ospedale degli Infermi all’attualità delle due nuove RMN dotate di “due lettini e di un gantry, cioè un foro largo 70 cm. invece di 60 per minimizzare l’effetto claustrofobico”.

L’incontro è stato allietato dall’aperitivo musicale a cura del “Duo Navarra”, formato da Sergio e Camilla Patria che hanno proposto musiche di Johann Sebastian Bach e Giovan Battista Viotti.

È disponibile il Comunicato Stampa congiunto dell’Ufficio Relazioni Esterne della Fondazione CRB e della Struttura Semplice Pubbliche Relazioni, Accessibiltà e Comunicazione della nostra Azienda Sanitaria Locale.

{phocadownload view=file|id=421|text=Comunicato Stampa|target=s}

 

Alcune immagini della presentazione e delle apparecchiature innovative donate dalla Fondazione CRB

{phocagallery view=category|categoryid=17|limitstart=0|limitcount=0}

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
  • Condividi

Commenti

Lascia un commento

Azienda sanitaria locale Biella. P.IVA 01810260024 - ©2017 All Rights Reserved

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi