DONAZIONE IN NEUROLOGIA: cinque macchine che fanno la differenza

Grazie a una donazione avvenuta nel 2014

 

Da sinistra, il Direttore Sanitario dell’ASL di Biella, dottor Angelo Penna ed il Direttore della Struttura Complessa Neurologia, dottor Graziano Gusmaroli durante la visita del donatore all’Ospedale degli Infermi

 

Osservare da vicino le apparecchiature donate per comprenderne la funzionalità e l’efficacia per i pazienti. Nei giorni scorsi il cittadino biellese – che circa due anni fa donò al Reparto di Neurologia alcuni macchinari di ultima generazione – è stato in visita presso l’Ospedale degli Infermi dell’ASL di Biella. Ad accompagnarlo, insieme alla sua famiglia, c’erano il Direttore Sanitario della nostra Azienda Sanitaria Locale, dottor Angelo Penna, il Direttore della Struttura Complessa (S.C.) Neurologia, dottor Graziano Gusmaroli, il dottor Davide Barbagli e altri rappresentanti aziendali.

Cinque in tutto gli apparecchi presenti che adesso possono essere utilizzati per le esigenze dei pazienti; un supporto sia per indagini legate alla Malattia di Parkinson, ma più in genere per tutto ciò che rientra nell’ambito della neurofisiologia e neurofisiopatologia.
Tre strumenti si trovano nell’Area Ambulatori, mentre altri due sono allocati in Reparto. Dotazioni a disposizione sia dei pazienti che accedono per le visite ambulatoriali, sia di coloro che necessitano di un monitoraggio specifico durante il ricovero.

Nomi diversi per queste macchine con enormi potenzialità:

  • Con il “Nemus” vengono eseguite elettroencefalografie, potenziali evocati ed elettromiografie; questa strumentazione ha il vantaggio di essere mobile e può essere spostata laddove vi siano pazienti che non possono muoversi.
  • Con il “Key point” – con cui vengono realizzate elettromiografie ed elettroencefalografie – vi è la possibilità di esplorare i muscoli e i nervi, con una attenzione particolare al sistema periferico.
  • Il “Mizar light” realizza invece elettroencefalografie, potenziali evocati e cognitivi.
  • In Reparto, oltre a una stazione di refertazione da cui è possibile visualizzare tutti gli esami, vi è anche il “Free MG 300” che registra le elettromiografie con paziente in movimento.

Tra gennaio e novembre 2015 sono stati eseguiti:

  • EEG (sull’apparecchio stanziale + portatile): 924
  • Potenziali Evocati: 241
  • Video registrazione EEG: 5
  • Elettromiografia – EMG (esame ad ago): 526
  • Elettroneurografia – ENG (esame di conduzione sensitivo / motoria): 4416
  • Elettromiografia dinamica durante la marcia: 3.

Grazie a questo gesto generoso le nuove macchine sono entrate a far parte del patrimonio dell’ASL BI, ma sono soprattutto una risorsa preziosa per tutti i pazienti dell’Ospedale, come si legge nel Comunicato trasmesso dall’Addetto Stampa della nostra Azienda Sanitaria Locale.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
  • Condividi

Commenti

Azienda sanitaria locale Biella. P.IVA 01810260024 - ©2017 All Rights Reserved

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi