COVID-19/AVVISI: all’ASL Biella le misure di prevenzione per il contenimento

Le indicazioni utili per i Cittadini, tra cui l’unità mobile del Fondo Tempia, l’orario dello Sportello-ambulatorio di Medicina Legale di Biella e un numero telefonico per cardiopatici

Immagine recente di repertorio

Giovedì 2 aprile /2

Coronavirus: sinergia e collaborazione ASL Biella e Fondo Edo Tempia 
Supporto sul territorio per effettuare i tamponi a domicilio

C’è anche un’unità mobile operativa del Fondo Edo Tempia (nella foto, uno scorcio interno) nella squadra dell’ASL di Biella che sta affrontando l’Emergenza Coronavirus: da domani, venerdì 3 aprile il mezzo percorrerà le strade della Provincia con a bordo uno staff di infermiere, per effettuare a domicilio i tamponi alle persone che presentano sintomi compatibili con il contagio. I campioni saranno poi consegnati al Laboratorio Analisi dell’Ospedale degli Infermi per effettuare il test molecolare.
L’iniziativa nasce grazie alla collaborazione della Onlus, punto di riferimento nella prevenzione, cura e ricerca sul cancro, con la nostra Azienda Sanitaria Locale e consentirà di incrementare il numero dei controlli e di farli con più efficienza e celerità, tutto in piena sicurezza e sotto il coordinamento della stessa ASL.

L’unità mobile” spiega il Direttore Sanitario dottoressa Adriana Paduosè già attrezzata per le nostre visite di diagnosi precoce sul territorio. Sarà come una “piccola casa” per le infermiere che potranno indossare più facilmente e rapidamente l’abbigliamento protettivo prescritto dall’Istituto Superiore della Sanità per chi ha contatti con potenziali pazienti. In questo modo si potrà eseguire il lavoro più velocemente rispetto a uno spostamento casa per casa in auto”. La squadra opererà su due turni, la mattina e il pomeriggio: i nomi e gli indirizzi delle persone da visitare saranno forniti dai Medici competenti, che hanno il compito di valutare chi presenta i sintomi del possibile contagio da COVID-19.
L’ambulatorio mobile” ricorda la dottoressa Viola Erdini, Presidente della Fondazione Tempianacque da una delle intuizioni di mio nonno Elvo Tempia, che voleva portare le prestazioni sanitarie di alto livello il più vicino possibile ai cittadini, in particolare per i programmi di screening. Nel momento dell’emergenza, in cui tutti siamo chiamati a fare la nostra parte, siamo lieti di poter contribuire anche sul campo, oltre al supporto con le donazioni di apparecchiature all’Ospedale”. Aggiunge Simona Tempia, Presidente del Fondo: “Mio padre sarebbe orgoglioso di come siamo riusciti, insieme all’ASL, a trasformare la sua idea in un utile strumento a fronteggiare l’emergenza territoriale”.

La sinergia tra l’Azienda Sanitaria e il Fondo Edo Tempia è stata determinante anche nelle attività realizzate in questi giorni nel Laboratorio di Analisi per la diagnostica legata al COVID-19” – sottolinea il Commissario dell’ASL di Biella, avvocato Diego Poggio -. Anche a Biella è in funzione da alcuni giorni il test rapido che consente – dall’inizio del processo al completamento definitivo – di poter avere il risultato in massimo due ore”.

Un apporto è fornito anche dalla dottoressa Maria Scatolini, Responsabile del Laboratorio di Oncologia molecolare, presente all’interno dell’Ospedale: la sua esperienza, già consolidata da tempo, è stata messa a sistema in modo costruttivo in tale circostanza.

Di per sé il test dura 85 minuti e in una prima tornata possono essere processati fino ad un massimo di 8 campioni. Il Laboratorio di Biella assicura il turno nelle 24 ore: considerando 12 sedute nelle 24 ore, sono circa 100 al giorno i campioni che vengono esaminati. Nei primi due giorni di sabato 28 e domenica 29 marzo sono stati eseguiti 100 test: 50 al giorno. Prossimamente  – sempre grazie a un prossima donazione del territorio –  è in arrivo un’altra strumentazione che consentirà di effettuare un numero maggiore di esami, come si legge nel Comunicato Stampa trasmesso dalla nostra Azienda Sanitaria Locale.

Giovedì 2 aprile /1

Lo Sportello-ambulatorio della Struttura Semplice Dipartimentale (SSD) Medicina Legale di Biella, che si trova al Tetto Giardino Lato Ovest dell’Ospedale dell’ASL BI, è temporaneamente aperto il lunedì, il mercoledì ed il venerdì dalle ore 08.30 alle 09.30, come riferito dalla stessa Struttura.

Mercoledì 1° aprile

ASL Biella: numero di telefono dedicato per i pazienti cardiopatici

Un riferimento telefonico per i pazienti con disturbi cardiologici. Per mantenere un contatto diretto con i pazienti la Cardiologia di Biella ha attivato un numero di telefono dedicato: 01515155326 a cui dal lunedì al venerdì – dalle ore 9.00 alle 12.00risponde un Cardiologo e a cui i pazienti seguiti a Biella possono fare riferimento.

In questi giorni di emergenza legati al Coronavirus presso la Cardiologia dell’ASL di Biella si è verificato un decisivo decremento degli accessi di pazienti anche per problematiche cardiache urgenti.
Gli eventi vissuti negli ultimi giorni mostrano che molti pazienti – forse per paura di far accesso in Ospedale – non prestano attenzione a sintomi significativi o campanelli di allarme.

 “L’obiettivo di questa iniziativa – spiega il Direttore della Struttura Complessa (SC) Cardiologia – UTIC della nostra ASL, dottor Marco Marcolongoè quello di intercettare per tempo eventuali condizioni di rischio, supportando i pazienti anche dal punto di vista terapeutico con la possibilità di accesso diretto alle cartelle cliniche in nostro possesso. È importante prestare attenzione ai sintomi e non trascurare nulla; in caso di infarto la tempestività d’intervento è fondamentale per preservare quanto più possibile le funzionalità del muscolo cardiaco”, come riportato nel Comunicato Stampa trasmesso martedì 31 marzo 2020 dalla nostra Azienda Sanitaria Locale.​

Martedì 31 marzo

Coronavirus, installato l’apparecchio per la diagnostica della funzionalità polmonare donato dal Gruppo Sella all’Ospedale dell’ASL di Biella

È stato installato ed è già operativo l’apparecchio per la diagnostica della funzionalità polmonare donato dal Gruppo Sella all’Ospedale dell’ASL di Biella, per contribuire a fronteggiare l’emergenza COVID-19.

Il macchinario è stato installato lunedì 30 marzo 2020 nel Reparto di Rianimazione. Si tratta di un PulmoVista 500, che si avvale della tecnologia della tomografia a impedenza elettrica (EIT) per impostare i parametri del ventilatore in maniera sicura, garantendo una ventilazione protettiva del polmone per ogni paziente. Grazie al macchinario, il monitoraggio polmonare avviene direttamente al posto letto. È sufficiente posizionare intorno al petto del paziente una cintura di silicone, non adesiva, flessibile, riutilizzabile e dotata di elettrodi di misurazione, che va poi collegata al dispositivo. Con ben fino a 50 immagini al secondo, la ventilazione è visualizzata in tempo reale, tutto nell’arco di un intervallo massimo di 24 ore. Il macchinario può regolare in maniera ottimale i parametri di ventilazione sulle caratteristiche individuali ed eterogenee dei polmoni del paziente, assicurando così una ventilazione efficace e protettiva.

Non possiamo che ringraziare il Gruppo Banca Sella per questa nuova importante donazione che ci supporta in questo momento di difficoltà. Si tratta di un dono significativo ad uno dei Reparti più coinvolti nella gestione di pazienti affetti da COVID-19 come la Rianimazione. È soprattutto un gesto di attenzione nei confronti dei nostri pazienti più critici che possono contare su uno strumento di diagnosi diretto e che consente di eseguire l’esame senza spostamenti. A nome della Direzione esprimo il più sentito ringraziamento per questo gesto di solidarietà” – questo il ringraziamento ufficiale del Commissario ASL BI, avvocato Diego Poggio al Gruppo Sella.

I fondi necessari all’acquisto dell’apparecchio sono stati donati all’Ospedale attraverso l’Associazione Amici dell’Ospedale di Biella. Sempre per sostenere la struttura sanitaria biellese, il Gruppo Sella inoltre ha avviato una raccolta fondi tra i propri dipendenti, impegnandosi a raddoppiare la somma raccolta, fino al 30 aprile. L’importo sarà versato all’Associazione Amici dell’Ospedale di Biella, che ha lanciato una raccolta per sostenere il Pronto Soccorso e i Reparti di Rianimazione e Medicina d’Urgenza (degenza), già Semintensiva.

La raccolta fondi dell’Associazione è aperta a chiunque voglia effettuare una donazione, mediante un bonifico (IBAN IT56F0326844430052117928350), indicando nella causale “Donazione Covid-19” seguito da cognome, nome e codice fiscale del donante, oppure direttamente dal sito www.donosalute.it.

Lunedì 30 marzo

È disponibile in allegato l’opuscolo informativo  Raccomandazioni per le persone affette da COVID-19 in isolamento domiciliare e per i familiari che li assistonoEdizione: I – 27 marzo 2020 (.pdf), a cura dell’Ufficio Qualità e dell’Ufficio Comunicazione e URP della nostra ASL.

Giovedì 26 marzo

Coronavirus: contrastare gli effetti del virus sulla mente 
In ASL BI s​upporto psicologico per persone in quarantena e familiari di pazienti

Un supporto psicologico per aiutare chi sta affrontando il Coronavirus direttamente o in via indiretta.

È rivolto a persone in quarantena domiciliare, familiari di persone ricoverate in Ospedale per COVID-19 o in lutto dopo una perdita causata dal virus.
Un’opportunità offerta dalla Psicologia Ospedaliera dell’ASL di Biella, con la collaborazione degli Psicologi della Psichiatria, del SERD e della struttura di Neuropsichiatria Infantile.

Attivo da venerdì 20 marzo 2020, il servizio prevede una disponibilità telefonica giornaliera di uno Psicologo dalle ore 08.00 alle 20.00, compresi il fine settimana e i festivi infrasettimanali.

Chi volesse usufruire di questa possibilità può telefonare al Centralino dell’Ospedale chiamando lo 01515151 e verrà messo in contatto con lo Psicologo di turno.
Rivolta ad utenti maggiorenni, tale consulenza non sostituisce alcuna forma di terapia medica ma ha l’obiettivo di fornire un aiuto psicologico di emergenza. Non è necessaria l’impegnativa e la frequenza dei colloqui sarà definita in itinere sulla base delle valutazioni effettuate caso per caso, come si legge nel Comunicato Stampa trasmesso dalla nostra Azienda Sanitaria Locale.

Martedì 24 marzo

CUP REGIONALE – NUMERO VERDE GRATUITO 800 000 500: prosegue la sospensione del servizio di prenotazione (iniziata il 21 e 22 marzo) durante il fine settimana del 28 e 29 marzo 2020 per l’Emergenza Coronavirus COVID-19.

Mercoledì 18 marzo

Da mercoledì 18 marzo 2020 l’attività presso la Radiologia della Casa della Salute di Cossato è temporaneamente sospesa.
La misura rientra nei provvedimenti adottati per il contenimento della pandemia di Coronavirus COVID-19.
La riapertura del Servizio sarà comunicata successivamente.
Le prestazioni radiologiche con priorità B (breve) e U (urgente) vengono tutte effettuate presso l’Ospedale dell’ASL di Biella a Ponderano.

Venerdì 6 marzo

È stata disposta dall’Unità di Crisi Regionale, la sospensione immediata di tutta l’attività chirurgica ordinaria ed ogni intervento sanitario che implichi l’utilizzo delle Sale operatorie, ad eccezione degli interventi chirurgici urgenti, salvavita o di tipo oncologico. A partire dai prossimi giorni, il Centro Prericoveri contatterà i pazienti per fornire loro indicazioni.
Inoltre, come disposto da una direttiva dell’Unità di Crisi, da venerdì 6 marzo 2020 è iniziata la sospensione delle attività ambulatoriali programmate con priorità D (differibile) e P (programmabile). Vengono garantite solo le prestazioni con priorità B (breve) e U (urgente), previo pre-triage.
Sono sospesi gli accessi diretti di ECG e RX Torace, panoramica dentaria, RX apparato urinario e addome. Il provvedimento di sospensione è esteso anche agli Ambulatori di Cure Primarie e di accesso pediatrico presenti nelle Case della Salute.

Anche le prenotazioni di visite ed esami ambulatoriali con priorità P e D sono sospese presso il CUP Regionale, le Farmacie e in tutte le sedi CUP dell’ASL BI, ad eccezione delle prestazioni con priorità B ed U.
L’attività dei Centri Prelievi prosegue regolarmente, nel rispetto delle raccomandazioni regionali e ministeriali per il contenimento del COVID-19.

Da lunedì 9 marzo sono sospese:

  • le Commissioni della Medicina Legale
  • la prenotazione di prestazioni in Libera Professione intra moenia (in Ospedale) e anche l’effettuazione di quelle già prenotate. 

Per le attività di screening saranno date ulteriori indicazioni nei prossimi giorni, previsto confronto con le Autorità regionali.
Tali provvedimenti sono stati finalizzati al contenimento della diffusione del COVID-19, così come da Disposizioni ministeriali e regionali, come riportato nel Comunicato Stampa trasmesso dalla nostra Azienda Sanitaria Locale.

Giovedì 5 marzo

Sono stati ricollocati nella mattinata di giovedì 5 marzo 2020 in altri Reparti i pazienti della Medicina d’Urgenza (degenza), già Medicina Semintensiva, dell’ASL di Biella. Si tratta di una misura adottata per fronteggiare la situazione attuale che vede alcuni Operatori al momento in isolamento fiduciario domiciliare. Sono i Medici, gli Infermieri, gli Operatori Socio Sanitari ed i Tecnici che nei giorni scorsi sono stati esposti al paziente risultato positivo al COVID-19.
Precisiamo che quest’ultimo è stato correttamente triagiato al momento del suo ingresso in Ospedale;  dalla prima anamnesi, infatti, non risultava rientrare nei criteri epidemiologici del COVID-19. È stata l’evoluzione delle condizioni cliniche a indurre i Sanitari a procedere poi con l’effettuazione del tampone specifico.

Come ASL Biella continuiamo ad adottare le misure di precauzione previste sia a livello nazionale che regionale. Sono stati già limitati gli accessi dei visitatori in Ospedale e, se si rendesse necessario, procederemo a limitarli ulteriormente.

Così come disposto da una Direttiva dell’Unità di Crisi le attività ambulatoriali programmate saranno sospese e saranno garantite solo le prestazioni urgenti. Inoltre è stata disposta dall’Unità di Crisi anche la sospensione immediata di tutta l’attività chirurgica ordinaria ed ogni intervento sanitario che implichi l’utilizzo delle sale operatorie, ad eccezione degli interventi chirurgici urgenti, salvavita o di tipo oncologico.

Invitiamo i Cittadini ad adottare le misure di prevenzione e gli accorgimenti indicati dagli Organi ufficiali per contenere eventuali contagi. La situazione è sotto controllo e non vi sono ragioni per generare panico o allarmismi ingiustificati, come si legge nel Comunicato Stampa trasmesso dalla nostra Azienda Sanitaria Locale.

È disponibile in allegato il cartello ASL BI Prestazioni Sanitarie – Provvedimenti per il contenimento della diffusione del COVID-19Aggiornamento del 5 marzo 2020 (.pdf), trasmesso dall’Ufficio Comunicazione e URP della nostra ASL.

[Voti: 35    Media Voto: 2.6/5]

Azienda sanitaria locale Biella. P.IVA 01810260024 - ©2017 All Rights Reserved

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi