#DONOSALUTE: la raccolta fondi per l’Ospedale ASL Biella

Per sostenere i Reparti  impegnati nell’emergenza Coronavirus COVID-19

Immagine recente di repertorio

In questi giorni difficili si moltiplicano i gesti di solidarietà per sostenere l’Ospedale dell’ASL di Biella e per fronteggiare un’emergenza che ogni giorno vede sul campo i nostri professionisti. È partita la campagna di raccolta fondi #DONOSALUTE, promossa dall’Associazione Amici dell’Ospedale di Biella, a sostegno dei Reparti dell’Ospedale che stanno fronteggiando l’emergenza Coronavirus: Rianimazione, Medicina d’Urgenza (degenza; già Semintensiva), Pronto Soccorso. La Fondazione Cassa di Risparmio di Biella ha già ha aderito, confermando il suo sostegno donando 100.000 euro che saranno destinati all’acquisto di monitor pazienti e sistemi di monitoraggio, letti di terapia intensiva, ventilatori polmonari, attrezzature ed altri materiali per far fronte all’emergenza Coronavirus.

La Fondazione  Cassa di Risparmio di Biella  – sottolinea il Presidente, dottor Franco Ferrarisda sempre è in prima linea a difesa della salute dei cittadini, anche grazie al suo impegno Biella dispone di uno dei degli Ospedali tecnologicamente più avanzati. Oggi, di fronte all’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus, la Fondazione rinnova il suo impegno al fianco dell’Associazione Amici dell’Ospedale di Biella e dell’ASL Biella aprendo una campagna di raccolta fondi con una donazione straordinaria di 100 mila euro per l’acquisto di attrezzature mediche urgenti a servizio dei cittadini. Inoltre ha stanziato in collaborazione con Banca Simetica 100 mila euro per l’attivazione di servizi di assistenza domiciliare per soggetti fragili attraverso l’attivazione del bando rapido “comunità fragile”. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti per sconfiggere il virus e siamo certi che il grande cuore dei biellesi sarà ancora una volta al nostro fianco in questa battaglia”.

La mission dell’Associazione Amici dell’Ospedale di Biella – precisa il Presidente della Onlus, dottor Leo Galliganiè  fare raccolta fondi. Nei 6 anni della sua vita ha indirizzato le oblazioni di generosi biellesi al miglioramento delle condizioni di comfort, aggiornamento della tecnologia e delle competenze sanitarie degli operatori. Non avrebbe immaginato di dover affrontare una emergenza non dissimile da una situazione bellica. Altrettanto spietata e incontrollabile da incutere paura e disorientamento, perché è messa a nudo la nostra vulnerabilità, sono ribaltati i nostri stili di vita e nel contempo non è in evidenza per tutti quanto possa esser vicina l’insidia. I nostri sanitari sono infaticabili nel proporre sistemi di difesa con la continua comunicazione, sono infaticabili nel sacrificare se stessi e le proprie famiglie a favore di noi tutti. Il nostro Ospedale ha bisogno di ulteriore tecnologia dedicando già quasi tutte le sue forze a questa emergenza. Siamo fieri di avere intorno a noi la disponibilità delle importanti Entità biellesi che tanto hanno dedicato anche nel vicino passato al loro Territorio e grazie alle quali l’ospedalità è cresciuta fino a raggiungere la dimensione e la qualità presenti. Adesso sono di nuovo in campo. Come tutte le persone di questa straordinaria terra. Grazie da tutti a tutti”.

Come sempre –  afferma l’avvocato Diego Poggio, Commissario ASL Biella –  la Comunità biellese mostra il suo volto più generoso e si fa parte attiva per supportarci in un momento di difficoltà. A nome dell’ASL BI desidero ringraziare la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e tutte le realtà del territorio che in queste ore con grande spirito di altruismo hanno contattato i nostri uffici per offrire qualcosa: dal sostegno economico per l’acquisto di attrezzature fino ai gesti più semplici come quelli di chi sceglie di donare una pizza per lo spuntino dei nostri operatori impegnati sul campo. Stiamo vivendo un momento complesso, ma di certo poter constatare che tutta la Comunità biellese sia solidale e unita a noi in questo momento ci sostiene anche emotivamente nel prodigarci sempre di più affinché questa emergenza possa essere superata il prima possibile”.

Altre Aziende ed Associazioni del Territorio stanno completando le procedure di donazione, quali Gruppo Banca Sella, Lanificio Fratelli Piacenza, Fondazione Zegna, Fondo Edo Tempia, Lions Club Bugella Civitas ed alcuni privati cittadini. 

L’Ospedale sta ricevendo anche presidi sanitari di protezione individuale (mascherine). E c’è chi sta pensando anche agli operatori sanitari, come il Panificio Spigadoro di Biella che ha preparato e inviato all’Ospedale una produzione di pizze e focacce per il personale del Pronto Soccorso, della Medicina d’Urgenza (degenza; già Semintensiva), della Rianimazione e del Centralino, come si legge nel Comunicato Stampa congiunto trasmesso mercoledì 11 marzo 2020 dalla nostra Azienda Sanitaria Locale.

Come donare:
ASSOCIAZIONE AMICI DELL’OSPEDALE DI BIELLA  www.amiciospedalebiella.org
– DONA ADESSO https://www.donosalute.it/
Causale “Donazione Covid-19” seguito da cognome, nome e codice fiscale del donante

Bonifico Bancario
– Banca Sella
IBAN: IT56 F032 6844 4300 5211 7928 350

– Biverbanca
IBAN: IT87 Q060 9022 3000 0000 1000 314

Carta di credito o paypal  https://www.paypal.com/donate/…

OSPEDALE DI BIELLA
IBAN: IT22Z0609022308000008000088
CAUSALE: “Donazione Covid-19” seguito da cognome, nome, codice fiscale del donatore
CODICE SWIFT: CRBIIT2B
TESORIERE: BIVERBANCA SPA

 

 

[Voti: 13    Media Voto: 3.8/5]
  • Condividi

Commenti

Azienda sanitaria locale Biella. P.IVA 01810260024 - ©2017 All Rights Reserved

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi