#Aslbiellainforma Dal 1° settembre 2020 non si paga il #superticket sanitario su visite ed esami ambulatoriali, ossia la cosiddetta quota fissa in aggiunta al ticket prevista fino ad ora per ogni impegnativa. Il provvedimento entrerà in vigore per tutte le prestazioni ambulatoriali erogate dal 1 settembre, senza bisogno di una specifica richiesta da parte del cittadino.
Per tutti gli utenti dell’ASLBI che nelle prossime settimane effettueranno un pagamento del ticket di una prestazione ambulatoriale (visite ed esami strumentali) prenotata nei giorni o nelle settimane precedenti a tale data, sarà ricalcolato l’importo effettivo, al netto della quota decurtata:
👉 per tutte le prenotazioni di #visite o #esami ambulatoriali (eccetto quelli di laboratorio su prenotazione), al momento del pagamento presso i Punti Azzurri o online, l’importo aggiornato sarà ricalcolato automaticamente;
👉 per gli esami di #laboratorio su prenotazione: sia in sede di pagamento online che presso i Punti Azzurri verrà un apposito messaggio comunicherà al cittadino di rivolgersi presso una delle sedi CUP più vicina per avere il foglio con l’importo aggiornato.
➡️❗️In caso di richieste di informazione o necessità di chiarimenti è possibile inviare il quesito a urp@aslbi.piemonte.it oppure contattare lo 015-15153968 in orario 9-13 e 14.30-15.30.
Come riporta il comunicato stampa regionale, si tratta di un’azione di indubbia equità nell’accesso alle cure, che riporta tutte le Regioni sullo stesso piano, eliminando le sperequazioni che si erano create nella diversa applicazione regionale della norma (in Piemonte il superticket era applicato in rapporto al valore economico della singola ricetta), oltre che andando nella giusta direzione di avvicinare sempre di più la Sanità pubblica al cittadino. Il risparmio per gli utenti piemontesi, nel solo periodo da settembre a dicembre 2020, è stimato intorno ai 18 milioni di euro.