[featured_image]
Scarica
Download is available until [expire_date]
  • Versione
  • Scarica 9833
  • Dimensioni file 180.29 KB
  • Conteggio file 1
  • Data di Pubblicazione 05/06/2019
  • Ultimo aggiornamento 05/06/2019

Controllo della trichinella sui cinghiali cacciati

La Trichinellosi è una malattia parassitaria, il contagio per gli animali e l’uomo avviene per via orale principalmente tramite l’ingestione di carni infestate.

Nell’uomo i sintomi sono molto variabili, da inapparenti a particolarmente gravi, la sintomatologia classica è caratterizzata da diarrea, dolori muscolari, debolezza, sudorazione, edemi alle palpebre superiori, fotofobia e febbre.

Il Regolamento CEE 853/2004 ha reso obbligatorio l’esame per questa zoonosi, su tutti i cinghiali prelevati, compresi quelli destinati all’auto-consumo, al fine di evitare il possibile insorgere di casi di trichinellosi umana.

I cacciatori dovranno consegnare all’ASLBI campioni di lingua o diaframma non inferiori al peso di 100 gr.
- I campioni dovranno essere inseriti in involucro plastico chiuso e conservati a 4°C se consegnati entro 24 ore, oppure congelati se consegnati oltre le 24 ore.
- Il cacciatore dovrà annotare luogo e data di abbattimento e comunicare i dati tramite una scheda informativa.
- La carcassa dell'animale abbattuto, identificata, dev'essere conservata fino all'esito dell'esame trichinoscopico.

La Regione Piemonte ha approvato una convenzione, con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, per l’analisi di campioni di cinghiale prelevati sia in attività venatoria che nelle azioni di controllo della specie. Della convenzione possono avvalersi i cacciatori associati a: Ambito Territoriale Caccia, Provincia, AAV La Baraggia, Comprensorio Alpino, AAV di Cavaglià

Per informazioni logistiche contattare la propria associazione

Per approfondimento sulla trichinellosi si rimanda all'area download

Per informazioni dettagliate rivolgersi a:
Servizio Veterinario Area B– Via Don Sturzo 20 – Biella
Da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.45 - mercoledì dalle 14.00 alle 15.00
Telefono 01515159287