Da sinistra i Direttori ASL BI Sanitario, Claudio Sasso; Amministrativo, Paolo Garavana; Generale, Mario Sanò; il Dirigente Scolastico IIS Gae Aulenti di Biella, Cesare Molinari; Alessandra Bury di Cittadellarte - Fondazione Pistoletto; il Responsabile SS Formazione e Sviluppo Risorse Umane ASL BI e progetto Mail Art, Vincenzo Alastra e il Segretario Generale Fondazione CRB, Andrea Quaregna durante la Conferenza Stampa di presentazione di "Cura di Sé e Cura dell'Altro" presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella nella mattinata di giovedì 23 settembre 2021

Prosegue l’impegno dell’ASL di Biella sul fronte della promozione della cultura della cura.
In linea con i principi dettati dalla “grammatica della cura” enunciati da Papa Francesco a inizio anno, il progetto “Cura di Sé e Cura dell’Altro: Mail Art Project”, organizzato in collaborazione con gli Istituti Scolastici del Biellese, chiama a raccolta studenti e insegnanti delle Scuole Superiori italiane in un’esperienza educativa contraddistinta dal ricorso alla Mail Art. Il progetto si prefigge di stimolare “creativamente” le riflessioni degli studenti sul tema imprescindibile della cura e si inserisce nel piano di azioni previste dal Protocollo di intesa “Laboratorio permanente Cura di Sé e Cura dell’Altro”, siglato nel 2020 tra l’ASL di Biella e gli Istituti Scolastici Superiori:

  • Liceo Amedeo Avogadro Biella
  • ITIS Q. Sella Biella
  • I.I.S. Eugenio Bona Biella
  • I.I.S. Gae Aulenti Biella
  • I.I.S. Giuseppe e Quintino Sella Biella.

La Cura è una dimensione essenziale per l’essere umano. Un tema universale, multiforme e “mai finito”, che richiede sempre nuove esplorazioni, riflessioni e rappresentazioni creative.
La Cura di Sé, intesa come ricerca del proprio modo di stare al mondo e di partecipare alla vita delle comunità di appartenenza (famiglia, mondo degli amici, vita del quartiere…) è la condizione per ogni crescita, per ogni fioritura. Avere cura di sé consente di maturare una propria consapevolezza, riconoscersi, dare un nome alle proprie aspirazioni e alle proprie attese, così come alle sofferenze e ai disagi che si attraversano.
La Cura dell’Altro è il naturale movimento di avvicinamento al prossimo, originato dall’empatia. È quella condizione della relazione che, in virtù di un interesse autentico per le condizioni, i pensieri, i sentimenti e le emozioni altrui, pone il benessere dell’altro al pari del proprio. La cura dell’altro è rispetto, vicinanza, accoglienza, condivisione, solidarietà, aiuto e, in quanto tale, sostanzia la nostra umanità.

Ma in che modo la Scuola più contribuire a formare persone capaci di prendersi cura della propria vita e di quella degli altri? In questo territorio educativo si situa la complessa operazione di animazione culturale che ha preso avvio con l’inizio dell’anno scolastico 2021-2022 e che si concluderà nella primavera del 2022. L’invito lanciato a studenti italiani e a mail-artisti italiani e internazionali è dunque quello di esprimere, attraverso l’arte postale, la propria personale concezione di cura. Avere a cuore la cura è un impegno individuale e collettivo, che necessita di una costante attenzione da parte di ciascuno di noi. Contribuire allo sviluppo della cultura della cura è compito irrinunciabile e improcrastinabile per le istituzioni dedite alla salute e all’educazione e, in particolar modo, per tutti coloro che, in qualità di Insegnanti, Educatori e Operatori Sanitari sono chiamati a fornire il proprio apporto professionale in favore del bene comune.

Perché la Mail Art? La Mail Art – conosciuta in Italia anche con il nome di “Arte Postale” e “Corrispondenza Creativa” – è un fenomeno artistico che utilizza materiali e supporti postabili (tipicamente cartoline) allo scopo di comunicare idee, programmi, progetti. Si tratta di una forma di espressione creativo-artistica fortemente caratterizzata dalla ricerca di un impatto sociale:

Cura
Il Direttore Generale dell’ASL BI, dottor Mario Sanò

molti progetti di mail-artisti sono nati per porre all’attenzione dell’opinione pubblica uno specifico argomento, per denunciare, per provocare o, ancora, per “suscitare una riflessione” all’insegna della creatività e della comunicazione. È proprio questa vocazione dei mail-artisti a creare circuiti e network comunicativi, ricorrendo a codici verbali e visivi concisi e incisivi, a rendere la mail art consona e vicina al mondo dei giovani.

La nostra Azienda Sanitaria Locale ancora una volta conferma con questo progetto l’importanza di investire su iniziative culturali ed educative volte a far crescere nel nostro territorio la cultura della cura – afferma il dottor Mario Sanò, Direttore Generale dell’ASL di Biella –. Stiamo operando in sinergia, con la piena collaborazione del mondo scolastico e delle risorse creative del nostro territorio. Investire attenzioni e creatività in questa direzione significa alimentare buona vita, ma anche rassodare il terreno in maniera tale che specifiche azioni di prevenzione sanitaria possano risultare ancora più efficaci”.

Il professor Vincenzo Alastra, Responsabile della Struttura Semplice (SS) Formazione e Sviluppo Risorse Umane ASL Biella e dell’iniziativa, commenta: “Ho il piacere di coordinare un progetto che può contare sulla piena adesione delle Scuole Superiori del Biellese e sulla fattiva collaborazione di un gruppo di Insegnanti che da tre anni, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, si adopera con pratiche didattiche focalizzate sul ricorso a stimoli poetici, pittorici e ad altre forme espressivo-creative. Quest’ultimo progetto è centrato sulla “mail art”, cioè su una forma di espressione artistica accessibile a tutti, che si presta per trattare creativamente e pedagogicamente il tema della cura di sé e dell’Altro. Sono infine onorato di poter contare sul sostegno artistico della Fondazione Pistoletto Cittadellarte e della Fondazione Bonotto”.

Cura
Il Responsabile della SS Formazione e Sviluppo Risorse Umane dell’ASL BI, professor Vincenzo Alastra e del progetto Mail Art
Cura
La locandina

Inviti a partecipare
A fine agosto gli Istituti di Istruzione Superiore Italiani e i mail-artisti italiani e internazionali sono stati invitati, tramite comunicazione in Rete, a partecipare al progetto.
Pagine informative sono state pubblicate sul Sito Internet vocieimmaginidicura.it, al seguente link: https://www.vocieimmaginidicura.it/cura-di-se-e-cura-dellaltro-mail-art-project-2021/

Sia gli Artisti (nello spirito della mail art, chiunque può proporsi come artista) sia le Classi che intendono partecipare al progetto possono inviare le proprie opere entro il 15 gennaio 2022 all’indirizzo:

Mail Art ASL BI
Casella Postale 373
Ufficio Postale Biella Micca – 13900, Biella

La partecipazione è gratuita e le Classi scolastiche più creative saranno premiate.

I partner del progetto
Tutte le opere verranno esposte, nella primavera del 2022, nelle sale della Fondazione Pistoletto – Cittadellarte, partner del progetto insieme alla Fondazione Bonotto, punto di riferimento nazionale per quanto riguarda l’arte verbo-visiva, sonora, performativa ed elettronica. L’iniziativa è sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, dal Provveditorato agli Studi di Biella e gode del patrocinio della Città di Biella e di Biella Città Creativa.
Il coordinamento del progetto è in capo al Servizio Formazione e Sviluppo Risorse Umane ASL Biella in accordo con gli Istituti Scolastici Superiori del Biellese firmatari del Protocollo di intesa “Laboratorio permanente Cura di Sé e Cura dell’Altro”.

Per ogni informazione aggiuntiva è possibile consultare:

  • il Sito Internet vocieimmaginidicura.it,
  • la pagina Facebook Pensieri Circolari
  • il profilo Instagram mailart_project.

Era altresì possibile partecipare gratuitamente al Webinar di presentazione del progetto che si è tenuto martedì 28 settembre 2021 dalle ore 17.00 alle 18.30.

Link di iscrizione: https://bit.ly/webinarmailart , come riportato nel Comunicato trasmesso dalla nostra Azienda Sanitaria Locale.