Descrizione del servizio/prestazione

L’attività di Continuità Assistenziale a Valenza Sanitaria (CAVS) rappresenta un ambito di cura ulteriore:

– per pazienti le cui condizioni sanitarie e socio-assistenziali non consentono il diretto invio al domicilio alle dimissioni dall’Ospedale

-oppure per rispondere a particolari situazioni clinico-assistenziali di pazienti provenienti dal domicilio e che non necessitano di ricovero ospedaliero.

L’accesso a tali posti avviene su richiesta dei medici dei reparti dell’Ospedale dell’ASL BI, o da altri in cui il paziente è ricoverato o, nel caso di pazienti a domicilio, previo accordo con il Medico di Distretto, da parte del Medico di Medicina Generale.

Per quanto riguarda i cittadini del territorio della Provincia di Biella con problemi psichiatrici, il servizio CAVS é al momento erogato presso la Casa di Cura San Giorgio di Viverone.

Per gli altri pazienti, al momento non esiste un unico CAVS, ma al suo posto è previsto il percorso di Continuità Assistenziale “ex DGR 72”. Le persone che non possono rientrare subito a domicilio per problemi sanitari o sociali, vengono accolti in strutture residenziali (RSA) che hanno aderito alla richiesta dell’ASL in tal senso. Le Strutture nel biellese sono 18.

La durata dei progetti di inserimento è solitamente di massimo 10 giorni.

L’eventuale permanenza in struttura oltre i tempi stabiliti dal progetto autorizzato dal Distretto è a totale carico del paziente.

Prestazione

di tipo sanitario

 

Comuni su cui è attivo il servizio/prestazione

Andorno Micca • Benna • Biella • Bioglio • Borriana • Brusnengo • Callabiana • Camandona • Camburzano • Campiglia Cervo • Candelo • Casapinta • Castelletto Cervo • Cavaglià • Cerrione • Cossato • Curino • Donato • Dorzano • Gaglianico • Graglia • Lessona • Magnano • Massazza • Masserano • Mezzana Mortigliengo • Miagliano • Mongrando • Mottalciata • Muzzano • Netro • Occhieppo Inferiore • Occhieppo Superiore • Pettinengo • Piatto • Piedicavallo • Pollone • Ponderano • Pralungo • Quaregna Cerreto • Ronco Biellese • Roppolo • Rosazza • Sagliano Micca • Sala Biellese • Salussola • Sandigliano • Sordevolo • Strona • Tavigliano • Ternengo • Tollegno • Torrazzo • Valdengo • Valdilana • Vallanzengo • Valle San Nicolao • Veglio • Verrone • Vigliano Biellese • Villa Del Bosco • Villanova Biellese • Viverone • Zimone • Zubiena • Zumaglia

 

Destinatari del servizio

Pazienti le cui condizioni sanitarie e socio-assistenziali non consentono il diretto invio al domicilio alle dimissioni dall’Ospedale.

Pazienti con particolari situazioni clinico-assistenziali provenienti dal domicilio, che non necessitano di ricovero ospedaliero.

Requisiti

  • I destinatari devono avere la seguente età: qualunque età
  • Hanno accesso alla prestazione/servizio i cittadini con una percentuale d’invalidità di: per l’erogazione del servizio non è necessario il riconoscimento d’invalidità civile
  • Possono accedere alla prestazione/servizio le persone di cittadinanza: italiana o comunitaria 

Altri requisiti: nessuno

 

Iter di accesso al servizio

L’accesso avviene su richiesta dei reparti ospedalieri o dal Pronto Soccorso alla Direzione Medica di Presidio, dopodiché il Distretto autorizza il progetto.

Documentazione necessaria per l’accesso

Modulo Distretto

 

Costo del servizio/prestazione

Sempre gratuito

Altre indicazioni sul costo

/

 

Erogatore del servizio/prestazione

Servizio Sanitario Nazionale

 

Riferimenti utili

  • Ospedale degli Infermi ASL BI
    Via dei Ponderanesi 2, 13875 Ponderano (BI)