Immagine di repertorio (tratta dal banner del Sito Internet della BVS-P)

La Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte (BVS-P) presenta il Repertorio RE-BVS, progetto realizzato dalla stessa BVS-P per promuovere la conoscenza delle attività di ricerca svolte dalle nostre ASL e dall’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (ARPA), che producono conoscenza rilevante per la pratica clinica e assistenziale, l’amministrazione e la comunicazione.

Il Repertorio è presente sul canale istituzionale della BVS-P (www.bvspiemonte.it) da martedì 1° giugno 2021. La ricerca è fondamentale in un sistema sanitario, sia per sostenere le fasi precoci di ideazione e messa a punto di interventi e tecnologie, sia per quelle fasi più avanzate di sviluppo. La ricerca inoltre fornisce informazioni sull’impatto sanitario, organizzativo e gestionale derivante dall’introduzione di nuove tecnologie di assistenza o di erogazione delle prestazioni.

Il nuovo progetto realizzato dalla Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte, è finalizzato a documentare l’attività di ricerca degli Operatori delle Aziende Sanitarie Regionali e di ARPA. L’attività degli Operatori piemontesi nel campo della ricerca e dell’innovazione è infatti fondamentale per il progresso delle cure.

Con il Repertorio RE-BVS la nostra BVS-P si propone di:

  • Contribuire alla conoscenza della ricerca svolta dagli Operatori del Servizio Sanitario Regionale.
  • Favorire le connessioni fra Gruppi di lavoro.
  • Valorizzare il lavoro svolto dagli Autori.

Il Repertorio mette a disposizione, ricercabili, le schede bibliografiche relative ai prodotti della ricerca realizzati dagli Operatori appartenenti alle Aziende Sanitarie Regionali e ad ARPA, che sono indicizzati presso le principali Banche dati biomediche internazionali (PubMed, Embase, Medline). Gli Operatori avranno anche la possibilità di segnalare i loro articoli e libri in modo da rendere disponibili in RE-BVS le informazioni bibliografiche relative.

La Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte (BVS-P)

La Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte nasce nel 2010 e lavora al fianco delle Aziende Sanitarie Regionali e di ARPA per migliorare l’accesso alla ricerca scientifica e alle informazioni utili alla pratica clinica, assistenziale e amministrativa.

La Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte è stata attivata per volontà della Regione Piemonte e la sua gestione è stata affidata dal 2017 (DGR prot. n. 57-4531 pubblicata sul BURP n. 3 del 19 gennaio 2017) alla ASL di Biella.

La BVS-P è una risorsa significativa messa a disposizione dei Professionisti della Sanità che hanno necessità di documentarsi o di aggiornare il proprio bagaglio di conoscenze professionali. Si tratta di un progetto complementare rispetto alle Biblioteche universitarie.
Oltre a contribuire all’aggiornamento degli Operatori, promuove lo sviluppo della ricerca scientifica nelle Strutture regionali e propone corsi di formazione di eccellenza per gli Operatori del Servizio Sanitario Regionale.
Un’esperienza innovativa, almeno per l’Italia, e riprende spunti offerti dalle poche Biblioteche Biomediche regionali esistenti (per esempio SBBL Lombardia, Biblioteca Medica della Provincia Autonoma di Bolzano e Biblioteca Alessandro Liberati del Lazio).

La BVS-P è realizzata attraverso la messa in rete delle risorse bibliografiche e documentali acquisite centralmente negoziando direttamente con gli editori internazionali e il ricorso alle tecnologie digitali più avanzate. Gli utenti possono collegarsi alla Biblioteca da qualsiasi postazione dotata di connessione Internet, attraverso un sistema di riconoscimento e autenticazione. L’indirizzo è www.bvspiemonte.it .

Attualmente gli iscritti sono 14.500; un dato molto significativo, se si tiene conto che rappresenta circa un terzo di tutti gli Operatori del Servizio Sanitario Regionale.
Ancora più rilevante è il dato relativo agli accessi tramite autenticazione nel sito della Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte, che sono stati 220.000 nel solo anno 2020 e sono in progressivo aumento.
La spesa sostenuta per acquisire centralmente gli abbonamenti è molto inferiore, quasi dimezzata, rispetto al costo che si aveva quando le Riviste e Banche dati erano acquisite separatamente dalle singole Aziende.

Nella collezione della Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte si trovano Periodici, Testi digitali, Banche dati e informazioni, selezionati sulla base di criteri particolarmente selettivi. Il corpus di risorse in abbonamento si è modificato nel tempo per rispondere a criteri di economicità, completezza, valutazione da parte dei bibliotecari e degli utenti delle nostre Aziende Sanitarie Locali e di ARPA.

Nuovo Coronavirus – COVID-19

Da marzo 2020 parte dell’attività della Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte è stata dedicata ai temi della pandemia COVID-19; sul sito Web della BVS-P è stata messa a disposizione una sezione dedicata al COVID-19 dove sono inseriti i collegamenti alle principali fonti informative in Italia e nel mondo, approfondimenti su temi specifici, segnalazioni di dati, documenti, articoli, rassegne di Letteratura, Linee Guida. La sezione, come molte altre della BVS-P, è ad accesso aperto e tutte le risorse che non necessitano di abbonamento sono liberamente consultabili.

https://www.bvspiemonte.it/nuovo-coronavirus-covid-19/

La dottoressa Patrizia Brigoni, Direttrice della Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte, afferma: “È un vanto per la nostra Regione aver creato questo servizio mettendo a disposizione dei suoi Operatori la letteratura scientifica migliore, utile per il loro lavoro e accessibile da qualunque computer tramite internet. È un vanto anche per l’ASL di Biella che, in partnership con la Fondazione 3Bi (Biblioteca Biomedica Biellese), ha realizzato un servizio molto apprezzato, utilizzato regolarmente da 14.500 Operatori. Tutto questo senza aumentare la spesa precedente, anzi diminuendola grazie alla centralizzazione e gestione degli acquisti e dei servizi su base regionale. Il nuovo Repertorio RE-BVS è anch’esso una novità, perché darà modo di vedere quanta ricerca di qualità è svolta in Piemonte e si potranno inoltre creare connessioni fra Operatori e Gruppi di ricerca. Lo Staff della Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte è costituito da persone con una formazione specialistica nella documentazione scientifica e siamo molto felici di poter essere utili agli Operatori della nostra Regione”.

Il dottor professor Vincenzo Alastra, Responsabile della Struttura Semplice (SS) Formazione e Sviluppo Risorse Umane e Responsabile della gestione amministrativa della BVS-P, così commenta: “La gestione della Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte può contare su una Direzione e su uno Staff costituiti da Operatori qualificati e motivati, che in questi anni hanno saputo fornire un servizio prezioso e apprezzato dai Professionisti che operano in Sanità. Sempre più nella nostra Regione si accede a una documentazione scientifica di assoluto valore; ciò va anche dovuto al supporto formativo e alla consulenza qualificata che questo servizio ha saputo mettere in atto con continuità. La BVS-P è, a pieno titolo, un “fiore all’occhiello” piemontese e la messa a punto del Repertorio RE-BVS contribuirà senz’altro allo sviluppo della cultura dell’autoformazione, dello studio e della ricerca dei Professionisti del Piemonte”.

Questo progetto permette alla Biblioteca Virtuale per la Salute – Piemonte di ampliare i contenuti a servizio degli Operatori del settore e della cittadinanza – dichiara l’avvocato Diego Poggio, Commissario dell’ASL di Biella –. Siamo soddisfatti che un campo specifico della Sanità come quello della Ricerca svolto dalle nostre ASL possa essere sviluppato anche grazie alle nuove tecnologie a disposizione. Questo importante aggiornamento arricchisce l’intero comparto piemontese, in un’ottica di miglioramento delle prestazioni offerte all’utenza”, come si legge nel Comunicato Stampa trasmesso dalla nostra Azienda Sanitaria Locale.