Descrizione del servizio/prestazione

Tutti gli anni l’ASL BI di Biella acquista dosi di vaccino antinfluenzale per la campagna di prevenzione.

Nel 2018 la campagna è inziata il 28 ottobre.

Prevede la vaccinazione gratuita dei soggetti di età pari o superiore a 65 anni o appartenenti alle categorie a rischio, definite ogni anno da una Circolare del Ministero della Salute.

Prestazione

di tipo sanitario

 

Comuni su cui è attivo il servizio/prestazione

Andorno Micca • Benna • Biella • Bioglio • Borriana • Brusnengo • Callabiana • Camandona • Camburzano • Campiglia Cervo • Candelo • Casapinta • Castelletto Cervo • Cavaglià • Cerrione • Cossato • Curino • Donato • Dorzano • Gaglianico • Graglia • Lessona • Magnano • Massazza • Masserano • Mezzana Mortigliengo • Miagliano • Mongrando • Mottalciata • Muzzano • Netro • Occhieppo Inferiore • Occhieppo Superiore • Pettinengo • Piatto • Piedicavallo • Pollone • Ponderano • Pralungo • Quaregna Cerreto • Ronco Biellese • Roppolo • Rosazza • Sagliano Micca • Sala Biellese • Salussola • Sandigliano • Sordevolo • Strona • Tavigliano • Ternengo • Tollegno • Torrazzo • Valdengo • Valdilana • Vallanzengo • Valle San Nicolao • Veglio • Verrone • Vigliano Biellese • Villa Del Bosco • Villanova Biellese • Viverone • Zimone • Zubiena • Zumaglia

 

Destinatari del servizio

Le categorie a rischio, identificate dalla Circolare 2014-2015, per le quali il Ministero della Salute raccomanda la vaccinazione sono:

  • tutti i soggetti anziani di età pari o superiore a 65 anni;
  • persone di età tra i 6 mesi ed i 64 anni affette da patologie a rischio di complicanze quali:
    • malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio inclusa l’asma;
    • malattie dell’apparato cardio-circolatorio;
    • diabete mellito e altre malattie metaboliche;
    • tumori;
    • malattie renali con insufficienza renale;
    • malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale;
    • malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie;
    • malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV;
    • patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici.
  • contatti familiari di soggetti ad alto rischio;
  • individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti;
  • donne che saranno nel secondo e terzo trimestre di gravidanza durante la stagione epidemica;
  • bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale;
  • medici e personale sanitario di assistenza;
  • soggetti addetti a Servizi Pubblici di primario interesse collettivo;
  • personale che, per motivi occupazionali, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali.

Requisiti

  • I destinatari devono avere la seguente età: qualunque età
  • Hanno accesso alla prestazione/servizio i cittadini con una percentuale d’invalidità di: per l’erogazione del servizio non è necessario il riconoscimento d’invalidità civile
  • Possono accedere alla prestazione/servizio le persone di cittadinanza: italiana, comunitaria ed extracomunitaria

Altri requisiti: nessuno

 

Iter di accesso al servizio

I vaccini vengono distribuiti ai Medici di Medicina Generale (Medico di Famiglia), che provvedono alla vaccinazione delle persone ritenute a rischio.

Vaccinano prioritariamente le persone a maggior rischio di complicanze in caso di influenza, quelle più anziane e quelle con patologie croniche e malattie invalidanti. Poi vengono vaccinate le persone sane che appartengono alle altre categorie a rischio.

Documentazione necessaria per l’accesso

/

 

Costo del servizio/prestazione

Sempre gratuito

Altre indicazioni sul costo

La vaccinazione è gratuita solo per i soggetti a rischio.

 

Erogatore del servizio/prestazione

Servizio Sanitario Nazionale

 

Riferimenti utili

  • SISP (Servizio Igiene Sanità Pubblica)
    Dipartimento di Prevenzione di Biella
    Via Don Sturzo 20, 13900 Biella (Piano Terra)
    • Telefono: 015 15159260/9268
  • Dipartimento di Prevenzione di Cossato
    Via Piero Maffei 59, 13836 Cossato (Primo Piano)

Telefono: 015 15158402