Descrizione del servizio/prestazione

OPUSCOLO SULLE ESENZIONI DAL PAGAMENTO DEL TICKET


I cittadini possono essere autorizzati a non pagare il ticket per le prestazioni sanitarie che lo prevederebbero:

  • per patologie croniche;
  • per Invalidità Civile;
  • per reddito (diverse categorie di cittadini).

Modalità di pagamento ticket per chi non è esente

Se non si rientra in una categoria di esenzione, è possibile pagare il ticket nelle seguenti sedi:

    • Punti Gialli automatici, presso il Nuovo Ospedale, presso il Poliambulatorio di via Caraccio 26 e presso il Poliambulatorio di Cossato;
    • Punto Azzurro, presso il Nuovo Ospedale, presso il Poliambulatorio di Cossato e presso la sede ASL di via don Sturzo. Il nuovo Punto Azzurro identifica l’utente tramite tessera sanitaria e accetta per il pagamento solo carte di credito o bancomat. È inoltre possibile con il Punto Azzurro stampare gli esiti degli esami di laboratorio;
    • tutti gli Sportelli Biverbanca – Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli, negli orari di apertura;

Per le prenotazioni effettuate presso le farmacie territoriali convenzionate, il ticket può essere pagato presso di loro e anche online.

Inoltre, è possibile pagare online qualsiasi prenotazione per prestazione specialistica o diagnostica effettuata presso gli Sportelli CUP.

Norme relative alla quota aggiuntiva

Dal 5 agosto 2011 in Piemonte è in vigore una quota aggiuntiva al ticket, sulle prescrizioni di prestazioni specialistiche ambulatoriali. Tale quota è modulata sulla base della somma delle tariffe delle prestazioni e degli esami della singola ricetta (del Medico di base o interna ai servizi-ambulatori ospedalieri).

Al ticket già in vigore sarà aggiunta una quota che potrà variare da un minimo di 1,50 euro a un massimo di 30,00 euro per ricetta.

Coloro che sono esenti dal ticket hanno diritto anche all’esenzione dal pagamento della quota aggiuntiva.

Nota importante

Chi non si presenta a effettuare la prestazione senza disdire entro due giorni lavorativi è soggetto al pagamento dell’intero costo della prestazione. Tale costo dovrà essere corrisposto indipendentemente dalle esenzioni per reddito e patologia. Se la mancata presentazione è dovuta a cause di forza maggiore, debitamente documentate, il cittadino non subirà alcun addebito. Per effettuare la disdetta, si può contattare il numero verde 800 000 500 dalle 8 alle 17, dal lunedì al venerdì, oppure recarsi direttamente ai CUP territoriali nei consueti orari di apertura.

Prestazione

di tipo sanitario

 

Comuni su cui è attivo il servizio/prestazione

Andorno Micca • Benna • Biella • Bioglio • Borriana • Brusnengo • Callabiana • Camandona • Camburzano • Campiglia Cervo • Candelo • Casapinta • Castelletto Cervo • Cavaglià • Cerrione • Cossato • Curino • Donato • Dorzano • Gaglianico • Graglia • Lessona • Magnano • Massazza • Masserano • Mezzana Mortigliengo • Miagliano • Mongrando • Mottalciata • Muzzano • Netro • Occhieppo Inferiore • Occhieppo Superiore • Pettinengo • Piatto • Piedicavallo • Pollone • Ponderano • Pralungo • Quaregna Cerreto • Ronco Biellese • Roppolo • Rosazza • Sagliano Micca • Sala Biellese • Salussola • Sandigliano • Sordevolo • Strona • Tavigliano • Ternengo • Tollegno • Torrazzo • Valdengo • Valdilana • Vallanzengo • Valle San Nicolao • Veglio • Verrone • Vigliano Biellese • Villa Del Bosco • Villanova Biellese • Viverone • Zimone • Zubiena • Zumaglia  

Destinatari del servizio

Tutti i cittadini. Per le esenzioni, si veda il dettaglio alla voce “Iter di accesso al servizio”.

Requisiti

  • I destinatari devono avere la seguente età: qualunque età
  • Hanno accesso alla prestazione/servizio i cittadini con una percentuale d’invalidità di: per l’erogazione del servizio non è necessario il riconoscimento d’invalidità civile
  • Possono accedere alla prestazione/servizio le persone di cittadinanza: italiana, comunitaria ed extracomunitaria

Altri requisiti: nessuno

 

Iter di accesso al servizio

Esenzione per patologie

Per ottenere l’esenzione per patologie croniche è necessario rivolgersi agli Sportelli Distrettuali (vedi campo “Riferimenti utili”) presentando l’eventuale documentazione clinica attestante la patologia da cui si è affetti.

Nella maggior parte dei casi questa certificazione dovrà essere rilasciata da specialista di struttura pubblica italiana o di paesi appartenenti all’Unione Europea. Saranno accettate anche le certificazioni rilasciate da strutture accreditate previa valutazione del Medico del Distretto.

Per le seguenti condizioni morbose, sarà sufficiente la certificazione rilasciata dal proprio medico di medicina generale o pediatra di libera scelta:

    • asma;
    • cirrosi;
    • epatite cronica attiva;
    • ipercolesterolemia famigliare;
    • ipotiroidismo;
    • ipertensione;
    • ipertiroidismo;
    • pancreatite cronica;
    • neoplasie maligne o ad incerto comportamento;
    • tiroidite di Hashimoto.

Esenzione per invalidità civile

Per le esenzioni per invalidità civile sarà sufficiente presentarsi con copia del verbale di invalidità. L’esenzione dal ticket sanitario si ottiene quando alla persona viene assegnata l’invalidità civile dal 67% compreso in poi.

Gli Sportelli Distrettuali rilasceranno agli aventi diritto un attestato con il codice di esenzione e l’elenco delle prestazioni esenti, per le quali il medico prescrittore dovrà riportare sull’impegnativa il codice attestante il diritto all’esenzione.

Esenzione per reddito/età

Per visite e accertamenti diagnostici

Categorie di cittadini che usufruiscono di tale esenzione:

    • E01: soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro;
    • E02: soggetti titolari (o a carico di altro soggetto titolare) della condizione di disoccupazione con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico. Si ricorda ai titolari dell’esenzione E02 di recarsi presso i poliambulatori o le sedi territoriali dell’ASLBI per provvedere all’eventuale rinnovo;
    • E03: soggetti titolari (o a carico di altro soggetto titolare) di assegno sociale;
    • E04: soggetti titolari (o a carico di altro soggetto titolare) di pensione al minimo con più di 60 anni e reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Le esenzioni E01, E03, E04, sono state prorogate sino al 31 Marzo 2018.

A partire dal 1 giugno 2011 non è più possibile autocertificare la posizione reddituale ed è stato inviato al domicilio degli utenti un attestato, redatto sulla base di apposito elenco predisposto dal Ministero delle Entrate, che permette di usufruire dello stesso diritto.

Tutti coloro che ritengono di appartenere a una delle categorie suddette ma che non abbiano ricevuto l’attestato sono invitate a rivolgersi agli sportelli distrettuali per gli adempimenti necessari alla preparazione dell’attestato stesso. In particolare, si fa riferimento ai disoccupati, ai cittadini che abbiano compiuto il sessantacinquesimo anno di età dopo il primo gennaio 2012 e ai nuovi nati.

È opportuno ricordare agli Utenti che è dovere dell’Assistito segnalare all’ASL l’eventuale variazione della propria posizione reddituale tale da comportare la perdita del diritto all’esenzione.

Nota importante

Per usufruire dell’esenzione per reddito è indispensabile che ciascun avente diritto si premuri di richiedere al medico prescrittore (medico o pediatra di famiglia o specialista ospedaliero e territoriale), previa esibizione dell’apposito certificato rilasciato dall’ASLBI, di apporre al momento della prescrizione il codice (E01,E02,E03,E04) sull’impegnativa.

In caso di mancato inserimento del codice di esenzione:

    • se la prestazione è già stata effettuata, il ticket è da pagare;
    • se la prestazione deve ancora essere eseguita, l’utente potrà provvedere a far correggere l’impegnativa dal medico stesso.
  • Le esenzioni E01, E02, E03, E04 sono valide anche per la farmaceutica.

Per farmaci

Tutti i residenti in Regione Piemonte, indipendentemente dall’età, che abbiano un reddito famigliare annuo inferiore a 36.151,98 euro possono fruire dell’esenzione dal ticket sulla spesa farmaceutica.

Per gli aventi diritto che ancora non hanno fatto richiesta, è necessario recarsi presso gli sportelli distrettuali CUP per consegnare il modello di autocertificazione del reddito (il modello è scaricabile cliccando qui o ritirabile presso gli sportelli CUP) cui seguirà il rilascio di apposito attestato E05, al momento valido sino al 31 marzo 2017.

Per informazioni, rivolgersi direttamente agli sportelli CUP dei Poliambulatori ASLBI o delle Unità Operative Territoriali (UOT) ASLBI.

Documentazione necessaria per l’accesso

Vedi campo “Iter di accesso al servizio”

 

Costo del servizio/prestazione

Esenzione per invalidità o patologia o reddito

Altre indicazioni sul costo

 

Erogatore del servizio/prestazione

Servizio Sanitario Nazionale  

 

Riferimenti utili

  • Distretto 1 Biella

CUP Via Caraccio 26, 13900 Biella Ufficio Prenotazioni

    • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17
    • Telefono: 015 15159110
  • Distretto 2 Cossato

CUP c/o Poliambulatorio di Cossato Via Piero Maffei 59, Cossato

    • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 15
    • Telefono: 015 15159451